Back To Top

foto1 foto2 foto3 foto4 foto5
123
123
123
123
123

Benvenuto

djMi chiamo Saveria e, da qualche anno, allevo con entusiasmo Barbute Belghe, in particolare Barbute di Anversa, che sono in assoluto le mie preferite. Il mio allevamento si trova in una zona collinare abbastanza isolata, il che, se non mi ha propriamente facilitato a causa della presenza di numerosi predatori nella boscaglia circostante, mi ha permesso di evitare - almeno sino ad ora - quei contrasti con il vicinato che, ahimé, sono una delle più...

Telephone: 0039 320 5786546

e-mail: [email protected]

Get Adobe Flash player

Traduttore

Valutazione attuale: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active
 
Babbucce ortopediche
I due pulcini Padovani ritratti in foto sono nati da un'incubata gestita molto approssimativamente da un mio cliente cui avevo affidato le uova (era una prova per verificarne la fecondità giacché le credevo chiare).
L'incubatrice era autocostruita mentre le uova sono state girate non più di una volta ogni due giorni; l'umidità é stata gestita più o meno nello stesso modo dato che la vaschetta dell'acqua all'interno dell'incubatrice é spesso rimasta a secco, tanto che i pulcini non riuscivano neppure ad uscire dall'uovo per via del panno completamente adeso su di loro.
Il risultato é questo.

.
Nel primo pulcino la zampa che non si vede viene portata chiusa a pugno mentre, come é evidente dalle foto tutte le dita del secondo pulcino sono portate semichiuse e voltare all'interno.

Per tentare di rimediare alla cosa mi sono inventata una sorta di babbuccia ortopedica impiegando vario materiale che avevo in casa:
scotch biadesivo spesso 1mm (quello gommato, la pellicola biadesiva trasparente non va bene perché é poi complicatissima da staccare); scotch di carta "da carrozziere"; carta verata 120; forbicine ed un po' di pazienza.



Ho poi iniziato a costruire incollando prima un quadratino di scotch biadesivo tagliato a misura di zampina su altro analogo di carta vetrata 120;
Successivamente ho staccato la pellicola superiore del biadesivo facendoci aderire la zampina in posizione corretta


Ho quindi ritagliato a misura altro quadratino di scotch di carta "da carrozziere" e l'ho fatto aderire sopra alla zampina ed al biadesivo e curando di scavarlo un poco in prossimità della caviglia.


Ho ancora sagomato la babbuccia con la forbicina dapprima grossolanamente poi rifinendo meglio e curando di non arrivare troppo vicino alle dita (deve esserci uno spazio minimo affinché le due parti della ciabattina rimangano ben adese senza staccarsi.)
Nella foto di puà vedere la parte sotto di carta vetrata "antiscivolo".


Questo il risultato finale nel secondo pulcino sopra raffigurato.


Occorre fare attenzione a che la ciabattina non vada ad intralciare il 4° dito quindi scavarla appena in prossimità dello stesso per evitare che lo ferisca.

Questo il risultato sul primo pulcino



Sullo sfondo dell'ultima foto si noti lo spessore del biadesivo.

Il primo pulcino ha avuto bisogno anche della classica legatura e scatolina poiché la posizione delle zampe é troppo divaricata.

Oggi ho tolto le ciabattine ai due padovani.
Questo é il primo e vi lascio giudicare da soli.




Il secondo pulcino é migliorato poco perché - a differenza del primo, su un tarso, per motivi ignoti, non appoggia il peso e dunque la posizione delle dita non si può correggere. Il tarso che appoggia é invece migliorato un po'.

Banners